AREA SOSTA CAMPER TORRE DI BARÌ

AREA SOSTA ATTREZZATA

- NOI SIAMO QUI -


L’Area Sosta Camper Torre di Barì si trova 150 metri dalla spiaggia “Torre di Barì” sulla costa orientale (Est) della Sardegna.

TORRE DI BARÌ

Spiaggia Torre di Barì

La Torre di Barì è un’antica torre medioevale posta sulla costa orientale della Sardegna, Ogliastra. Costruita nel 1572 per difendere il territorio dai continui saccheggi da parte dei pirati saraceni, il forte domina il mare e il litorale. Posta la centro dell’omonima spiaggia che dista circa quattro chilometri dal centro abitato di Barisardo, è lunga ben otto chilometri e larga cento metri.

Spiaggia Torre di Barì

TORRE DI BARÌ

La Torre di Barì è un’antica torre medioevale posta sulla costa orientale della Sardegna, Ogliastra. Costruita nel 1572 per difendere il territorio dai continui saccheggi da parte dei pirati saraceni, il forte domina il mare e il litorale. Posta la centro dell’omonima spiaggia che dista circa quattro chilometri dal centro abitato di Barisardo, è lunga ben otto chilometri e larga cento metri.

BARISARDO

Bari Sardo

Uno dei centri più importanti d’Ogliastra, a pochi chilometri dalla costa centro-orientale della Sardegna, noto per storia, devozione, testimonianze archeologiche e bellissimo territorio, in cui spiccano alcuni ‘gioielli’ costieri. Barisardo, immerso in colline di vigneti e frutteti, sorge sul suggestivo altopiano basaltico Teccu ‘e su Crastu. È famoso per l’artigianato tessile: tappeti, arazzi, coperte e lini. L’origine risale all’Alto Medioevo: per sfuggire alle incursioni di Vandali e Saraceni, la popolazione si rifugiò nell’entroterra, a quattro chilometri dalla costa. Oggi conta circa quattromila abitanti. Il centro di Barisardo è caratterizzato da case rustiche, ville coloniche, torri spagnole, antichi ovili e dall’imponente chiesa parrocchiale di Nostra Signora di Monserrato, una delle più belle della Sardegna, ricca di marmi pregiati. Tra le chiese visita anche quella di santa Cecilia un tempo campestre, oggi dentro il tessuto urbano, di san Giovanni, in località sa Marina, dove a luglio si svolge una processione dal paese alla frazione, e quella campestre di San Leonardo (XVI secolo). Il territorio conserva numerose testimonianze archeologiche: Domus de Janas di Pizzu ‘e Monti e Funtana su Rettore, 14 nuraghi, tra cui il più famoso è il Sellersu e Tombe dei Giganti di Canali Uli e Pitzu Teccu. In età romana sorse il presidio Custodia Rubriensis, dal nome dei protosardi (Rubrensi) che qui dimoravano. Simbolo di Barisardo è la Torre di Barì, realizzata dagli aragonesi fra 1572 e 1639 in uno sperone roccioso sul mare. Alta quasi 13 metri e con diametro alla base di undici, controllava 15 chilometri costieri tra i capi Bella Vista e Sferracavallo. Le acque di Torre di Barì sono azzurre e limpide, anche grazie alla posidonia oceanica, che le filtra. Il fondale è basso ma degrada rapidamente, roccioso attorno alla torre, quindi, perfetto per gli appassionati di snorkeling e pesca subacquea. La spiaggia è dotata di servizi per la balneazione, accesso ai diversamente abili, noleggio di ombrelloni, sdraio e patini, ampio parcheggio e centro diving. Esposta a grecale e scirocco, è meta ideale per surfisti e kiter. Cit. Sardegna Turismo

BARISARDO

Barisardo, immerso in colline di vigneti e frutteti, sorge sul suggestivo altopiano basaltico Teccu ‘e su Crastu. È famoso per l’artigianato tessile: tappeti, arazzi, coperte e lini. L’origine risale all’Alto Medioevo: per sfuggire alle incursioni di Vandali e Saraceni, la popolazione si rifugiò nell’entroterra, a quattro chilometri dalla costa. Oggi conta circa quattromila abitanti. Il centro di Barisardo è caratterizzato da case rustiche, ville coloniche, torri spagnole, antichi ovili e dall’imponente chiesa parrocchiale di Nostra Signora di Monserrato, una delle più belle della Sardegna, ricca di marmi pregiati. Tra le chiese visita anche quella di santa Cecilia un tempo campestre, oggi dentro il tessuto urbano, di san Giovanni, in località sa Marina, dove a luglio si svolge una processione dal paese alla frazione, e quella campestre di San Leonardo (XVI secolo). Il territorio conserva numerose testimonianze archeologiche: Domus de Janas di Pizzu ‘e Monti e Funtana su Rettore, 14 nuraghi, tra cui il più famoso è il Sellersu e Tombe dei Giganti di Canali Uli e Pitzu Teccu. In età romana sorse il presidio Custodia Rubriensis, dal nome dei protosardi (Rubrensi) che qui dimoravano. Simbolo di Barisardo è la Torre di Barì, realizzata dagli aragonesi fra 1572 e 1639 in uno sperone roccioso sul mare. Alta quasi 13 metri e con diametro alla base di undici, controllava 15 chilometri costieri tra i capi Bella Vista e Sferracavallo. Le acque di Torre di Barì sono azzurre e limpide, anche grazie alla posidonia oceanica, che le filtra. Il fondale è basso ma degrada rapidamente, roccioso attorno alla torre, quindi, perfetto per gli appassionati di snorkeling e pesca subacquea. La spiaggia è dotata di servizi per la balneazione, accesso ai diversamente abili, noleggio di ombrelloni, sdraio e patini, ampio parcheggio e centro diving. Esposta a grecale e scirocco, è meta ideale per surfisti e kiter. Cit. Sardegna Turismo

Bari Sardo

IL NOSTRO MARE
Ospita ben 9 bandiere blu

Spiaggia Torre di Barì

L’Ogliastra è il paradiso dei bagnanti. Con le sue numerose spiagge e calette incontaminate offre momenti di relax e acque cristalline adatte a tutti i gusti.

BARISARDO

TORTOLI’

- ALTRI LUOGHI NEI DINTORNI -

ORRI'

Lido di Orri

Una location da cartolina, un trionfo incantevole di contrasti cromatici e di profumi. Il Lido di Orrì è considerata una delle spiagge più belle e caratterizzanti della costa orientale della Sardegna, di certo è la più ampia e lunga: nove chilometri di insenature, contornate di scogliere granitiche che portano ciascuna a deliziose spiaggie, quasi mai affollate. È lo stupendo biglietto da visita di Tortolì, centro principale dell’Ogliastra, il cui abitato dista circa quattro chilometri. Il suo litorale è il più premiato in Sardegna con le bandiere blu di Legambiente. L’arenile di Orrì è formato da sabbia bianca e dorata, finissima e soffice, quasi impalpabile. Il fondale, basso per circa 300 metri dalla riva, digrada dolcemente e permette ai nuotatori meno esperti di immergersi senza preoccupazioni, ideale anche per i giochi dei bambini. Le acque trasparenti e cristalline assumono tonalità cangianti, dal verde smeraldo al turchese, per i giochi di luce creati dal sole riflesso sul fondale. Per chi ama fare lunghe nuotate o esplorare i fondali, Orrì ti invita nel suo blu ricco di fauna marina, perfetto per gli amanti della pesca sportiva e delle immersioni.

Lido di Orri

ORRI'

Una location da cartolina, un trionfo incantevole di contrasti cromatici e di profumi. Il Lido di Orrì è considerata una delle spiagge più belle e caratterizzanti della costa orientale della Sardegna, di certo è la più ampia e lunga: nove chilometri di insenature, contornate di scogliere granitiche che portano ciascuna a deliziose spiaggie, quasi mai affollate. È lo stupendo biglietto da visita di Tortolì, centro principale dell’Ogliastra, il cui abitato dista circa quattro chilometri. Il suo litorale è il più premiato in Sardegna con le bandiere blu di Legambiente. L’arenile di Orrì è formato da sabbia bianca e dorata, finissima e soffice, quasi impalpabile. Il fondale, basso per circa 300 metri dalla riva, digrada dolcemente e permette ai nuotatori meno esperti di immergersi senza preoccupazioni, ideale anche per i giochi dei bambini. Le acque trasparenti e cristalline assumono tonalità cangianti, dal verde smeraldo al turchese, per i giochi di luce creati dal sole riflesso sul fondale. Per chi ama fare lunghe nuotate o esplorare i fondali, Orrì ti invita nel suo blu ricco di fauna marina, perfetto per gli amanti della pesca sportiva e delle immersioni.

Museddu (Cardedu)

Museddu si trova in località Marina di Cardedu e nel comune di Cardedu. Si raggiunge agevolmente da Barisardo, andando in direzione Sud, passato il ponte, si gira a sinistra prima del villaggio di Perdepera. La spiaggia, lunga parecchi chilometri, si presenta con un fondo di sabbia chiara grossa mista a ghiaia. Le sue acque sono trasparenti e di un azzurro cangiante per i giochi di luce creati dal sole riflesso sul fondale. Un ulteriore cromatismo è offerto dal verde della vegetazione che orla la spiaggia. Il lungo arenile favorisce le passeggiate a piedi o a cavallo: è infatti possibile accedere ai servizi offerti da un centro di ippo-trekking presente nella zona. Essendo battuta dal vento, Museddu è anche meta ideale per i surfisti ed è amata da quanti praticano la pesca subacquea o semplicemente desiderano immergersi nelle sue acque.

Museddu si trova in località Marina di Cardedu e nel comune di Cardedu. Si raggiunge agevolmente da Barisardo, andando in direzione Sud, passato il ponte, si gira a sinistra prima del villaggio di Perdepera. La spiaggia, lunga parecchi chilometri, si presenta con un fondo di sabbia chiara grossa mista a ghiaia. Le sue acque sono trasparenti e di un azzurro cangiante per i giochi di luce creati dal sole riflesso sul fondale. Un ulteriore cromatismo è offerto dal verde della vegetazione che orla la spiaggia. Il lungo arenile favorisce le passeggiate a piedi o a cavallo: è infatti possibile accedere ai servizi offerti da un centro di ippo-trekking presente nella zona. Essendo battuta dal vento, Museddu è anche meta ideale per i surfisti ed è amata da quanti praticano la pesca subacquea o semplicemente desiderano immergersi nelle sue acque.

Museddu (Cardedu)
Sarrala (Marina di Tertenia)

Tra le spiagge della la costa del comune di Tertenia in Ogliastra, incontriamo la spiaggia di Sarrala, nella bellissima fascia costiera della Sardegna orientale. Posta di fianco al promontorio su cui sorge la torre aragonese di San Giovanni di Sarrala, la spiaggia si presenta come una distesa a mezzaluna, di sabbia bianca che si mesta a ciottoli in alcune porzioni dell’arenile. Il mare cristallino ha un fondale basso e sabbioso, e si presenta di un colore che varia tra il celeste ed il verde. Mai estremamente affollata, non si riscontra la presenza di posidonie, piuttosto riparata dai venti

Sarrala (Marina di Tertenia)

Tra le spiagge della la costa del comune di Tertenia in Ogliastra, incontriamo la spiaggia di Sarrala, nella bellissima fascia costiera della Sardegna orientale. Posta di fianco al promontorio su cui sorge la torre aragonese di San Giovanni di Sarrala, la spiaggia si presenta come una distesa a mezzaluna, di sabbia bianca che si mesta a ciottoli in alcune porzioni dell’arenile. Il mare cristallino ha un fondale basso e sabbioso, e si presenta di un colore che varia tra il celeste ed il verde. Mai estremamente affollata, non si riscontra la presenza di posidonie, piuttosto riparata dai venti

Santa Maria navarrese

La Spiaggia Santa Maria Navarrese di Baunei si trova nei pressi dell’omonimo villaggio: superato un ulivo millenario dopo il centro del paese, la spiaggia si trova proprio dopo le ultime case, dove il terreno digrada dolcemente ed è raggiungibile a piedi. La spiaggia è di sabbia chiara grossa e di ghiaia mista a ciottoli, è incassata tra rupi rosate ed è bagnata da acque verdi trasparenti, limpide e dal fondale basso, ideale per i bambini. In lontananza, sulla stessa linea di costa, si intravvedono le Rocce Rosse di Arbatax. La spiaggia offre molti servizi quali il noleggio di attrezzature estive, bar, chioschi, un grande parcheggio e locali notturni molto animati e frequentati. Per raggiungere la spiaggia dalla Orientale Sarda, la SS125, due deviazioni portano a Santa Maria Navarerse.

La Spiaggia Santa Maria Navarrese di Baunei si trova nei pressi dell’omonimo villaggio: superato un ulivo millenario dopo il centro del paese, la spiaggia si trova proprio dopo le ultime case, dove il terreno digrada dolcemente ed è raggiungibile a piedi. La spiaggia è di sabbia chiara grossa e di ghiaia mista a ciottoli, è incassata tra rupi rosate ed è bagnata da acque verdi trasparenti, limpide e dal fondale basso, ideale per i bambini. In lontananza, sulla stessa linea di costa, si intravvedono le Rocce Rosse di Arbatax. La spiaggia offre molti servizi quali il noleggio di attrezzature estive, bar, chioschi, un grande parcheggio e locali notturni molto animati e frequentati. Per raggiungere la spiaggia dalla Orientale Sarda, la SS125, due deviazioni portano a Santa Maria Navarerse.

Santa Maria navarrese
BAUNEI E IL GOLFO DI OROSEI

Oltre Santa Maria Navarrese si apre il mare incontaminato del Golfo di Orosei. Questo tratto di costa si può visitare con le escursioni in barca che vengono organizzate giornalmente nel periodo estivo o con passeggiate a piedi. Citando le più rinomate località e spiagge di Baunei, da sud s’incontra la guglia di Pedra Longa, Capo Montesanto, Portu Quau, Cala Biriala, Cala Goloritzè , Cala Mariolu, Cala Sisine, Cala Luna e la Grotta del Fico attrezzata per la visita da pochi anni.

BAUNEI E IL GOLFO DI OROSEI

Oltre Santa Maria Navarrese si apre il mare incontaminato del Golfo di Orosei. Questo tratto di costa si può visitare con le escursioni in barca che vengono organizzate giornalmente nel periodo estivo o con passeggiate a piedi. Citando le più rinomate località e spiagge di Baunei, da sud s’incontra la guglia di Pedra Longa, Capo Montesanto, Portu Quau, Cala Biriala, Cala Goloritzè , Cala Mariolu, Cala Sisine, Cala Luna e la Grotta del Fico attrezzata per la visita da pochi anni.

- LE MONTAGNE -

- NURAGHI E PARCHI ARCHEOLOGICI -

- PARCHI ARCHEOLOGICI -